Ricottamisù alle fragole

ricottamisù fragole cencecicin01

È un dolcettino piuttosto leggero, cremosissimo e dal sapore delizioso. È giusto il periodo per gustarlo, con le fragole più buone che trovate.

Io ho preparato le singole porzioni nei vasetti della marmellata. Se dovete tipo andare a pranzo/cena da amici e volete portare il dolce, questa è una soluzione comodissima.

Per 8 vasetti:

  • circa 500 g di fragole
  • circa 500 g di ricotta
  • circa 250 g di yogurt vaniglia (o anche stracciatella)
  • biscotti integrali: considerate che dovete riempire un primo strato di vasetto, quindi prendetene una confezione da 250 g circa e procedete man mano
  • due bicchieri di succo di mela
  • la scorza e il succo di 1 limone
  • 100 g circa di zucchero di canna (ma assaggiate e regolatevi in base al vostro gusto)
  • estratto di vaniglia homemade (o un goccio di rum/liquore vaniglia)

In un contenitore con i bordi alti mescolate la ricotta e lo yogurt, quindi aggiungete il succo di mezzo limone (il resto vi servirà dopo) e la scorza del limone intero, nonché due cucchiaini di estratto di vaniglia.

Lavate mondate e tagliate le fragole e usatene poco più di metà frullandole, con il frullatore a immersione, assieme al mix di ricotta e yogurt.

Preparate i vasetti monoporzione aperti.

 

In una tazzona da colazione versate il succo di mela e aggiungeteci un paio di fragole e altri due cucchiaini di estratto di vaniglia. Frullate rapidamente con il frullatore a immersione. In questo liquido rigirate i vostri biscotti e, interi o spezzettati a seconda delle dimensioni, piazzateli sul fondo dei vasetti formando uno strato irregolare di qualche centimetro. Se volete, tagliate a fette verticali alcune fragole e fatele aderire ai bordi interni dei vasetti, per creare una sorta di “coroncina”.

Quindi versate una prima parte di crema direttamente dentro i vasetti, fino a quasi metà.

Le fragole avanzate: lasciatene 8 intere in parte (vi serviranno per la decorazione finale) mentre tutte le altre potete tagliarle a pezzettini piccoli, spremerci sopra del limone e mescolarle con un po’ di zucchero. Con un cucchiaino andate a depositarle nei vasetti sopra il primo strato di crema. Infine coprite tutto con la restante crema e decorate con una fragolina intera per ciascun vasetto.

Chiudete i vasetti e lasciate in frigo fino a una decina di minuti prima di mangiarli: meglio se li lasciate per 4-5 ore ma benissimo anche tutta la notte.

wp-1525958986930487369133.jpg

***

Ovviamente con la danza andiamo sulla primavera più vibrante, con Strauss e Voices of spring di sir Frederick Ashton, qui proposta con due dei più grandi danzatori occidentali del Novecento, ovviamente “targati” Royal Ballet: Merle Park e Wayne Eagling, peraltro i primi a danzare questo pezzo. Il pas de deux è stato inizialmente coreografato come una sorta di cameo all’interno dell’opera Il pipistrello e qui infatti lo vediamo in questa edizione del 1983 alla Royal Opera House londinese. È oggi danzato generalmente come pas de deux indipendente, soprattutto all’interno di Gala internazionali, ed è ormai entrato nella tradizione dei brani danzati dai più grandi ballerini del Royal Ballet.

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...