Tartufini cioccolato e nocciole (delizia vegan e senza zucchero!)

20180106_1124001190020755.jpg

Sono così una boiata da fare, che ci mettete di più a formare le palline che a preparare l’impasto. Non solo sono vegani, sono pure crudisti e soprattutto golosissimi, ma poi sono anche senza glutine (facendo attenzione a comprare datteri bio e senza sfarinature in superficie, che purtroppo in qualche caso si trovano) e senza zucchero, perché sfruttano quello naturale dei datteri, che sono la base della ricetta. Ci credete? Troppa roba davvero! 🙂 Sono comunque molto nutrienti, quindi non mangiatene 873, se potete.

Per una ventina di palline grandi quanto una noce:

  • 8-9 datteri medjool denocciolati (circa 160-180 g senza nocciolo)
  • 160 g nocciole
  • 30 g di cacao amaro
  • uno/due cucchiai olio di cocco (solo se serve)

Per decorare io ho scelto:

  • pistacchi
  • cocco grattugiato

Veloci veloci: frullate grossolanamente le nocciole nel mixer e poi trasferitele in una ciotola per un attimo. Togliete il nocciolo ai datteri e frullateli finché non diventano una pasta cremosa. A questo punto aggiungete nel mixer il trito di nocciole e il cacao. Mescolate nel mixer a una velocità più moderata finché si è tutto amalgamato. Se vi pare troppo asciutto, potete aggiungere uno o due cucchiai di olio di cocco che avrete precedentemente liquefatto (a bagnomaria o nel microonde).

Non vi resta che formare le palline, che potete fare raccogliendo un cucchiaino molto abbondante di impasto e poi lavorandolo con le mani. Vi consiglio di tenere sempre le mani umide d’acqua mentre lo fate, così le palline si formano meglio e non appiccicate tutto sulle mani.

Io avevo preparato in due piattini anche il cocco grattugiato e i pistacchi, che avevo tritato abbastanza finemente. Ho rotolato metà delle palline nel cocco e metà nei pistacchi, così da rendere più colorata la portata. Poi ho infilzato ciascuna pallina in un bastoncino (vanno bene anche gli spiedini lunghi) per farli sembrare dei leccalecca. E poi via in un sol boccone!

tartufini nocciole datteri cacaco cencecicin 01

***

Abbino a questa ricetta un video in cui potete ammirare la brillante Valentine Colasante, la nuova etoile dell’Opera di Parigi, nominata proprio la sera del 5 gennaio da un’emozionata e divertita direttrice (la sempre divina Aurélie Dupont) al termine del Don Chisciotte.

Valentine è nata in Francia, ma è di famiglia italiana. Quindi possiamo dire che nuovamente (e orgogliosamente( un piccolo, importante pezzo d’Italia torna a risplendere tra le stelle della strabiliante Opera parigina. Bravo Valentine!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...