Ricotta vegetale (con latte di soia)

20180104_1205441288054454.jpg

Ma quanto ci si diverte ad autoprodurre le cose che si pensa di trovare solo in negozio? La ricotta è uno dei miei primi esperimenti con i formaggi veg. Perché? Perché credo sia la più facile, ovviamente! 🙂 Ha solo due ingredienti (e mezzo): state a sentire e mi darete ragione.

Per una piccola ricottina:

  • 500 ml di latte (bevanda) di soia
  • 13 ml di aceto di mele
  • sale (mezzo/1 cucchiaino, solo facoltativo)

MA ATTENZIONE:

Il latte di soia deve avere alto contenuto di soia (il mio aveva l’8%) e inoltre una quantità di grassi superiore al 2%. Altrimenti il risultato rischia di non essere soddisfacente. Per questo non consiglierei di usare, con questo metodo, altri tipi di latte vegetale. Man mano che provo, però, vi aggiorno 🙂

 

Allora, procedete così: mettete a bollire il latte di soia (con il sale, se volete aggiungerlo: io non l’ho messo) e intanto preparate il vostro misurino di aceto. Quando il latte sarà a pieno bollore, ossia quando comincia a sollevarsi la schiuma nel pentolino, versate di botto il vostro aceto, mescolate e spegnete il fuoco. Dovrebbe cagliare quasi istantaneamente e ve ne accorgerete perché cominceranno subito a formarsi dei fiocchi che risaliranno in superficie. Se non vi sembra abbia cagliato bene, riportate a bollore e quando ribolle aggiungete ancora qualche goccia di aceto. Spegnete, mescolate e lasciate riposare un minutino.

Nel frattempo preparate un colino a maglie strette oppure rivestite qualsiasi colino con un panno apposito (quelli di garza di cotone). Appoggiatelo in un contenitore ma in modo che stia sollevato, ossia che non sia “immerso” nel contenitore. Versate la vostra cagliata di latte dentro il colino, piano piano, lasciando passare il liquido e fermando dunque la parte in fiocchi, finché avrete versato tutto. Piano piano, con il dorso di un cucchiaio, schiacciate delicatamente i fiocchi per far scendere bene il liquido. Coprite i fiocchi ormai ben compattati con una carta trasparente, appoggiateci sopra un bicchiere/una tazza/un pesetto e lasciate che sgoccioli per una mezzoretta. Il peso aiuterà a far perdere alla ricotta il liquido in eccesso e quando sarà passata la mezzora potrete rovesciare la vostra ricottina, già formata, su un piatto o in un contenitore apposito per conservarla in frigo. Consumatela in un paio di giorni, se non la sbafate subito. Io l’ho provate, per esempio, in una versione dolce-salata, spalmata su un crackerino d’avena e spolverizzata con scorzette d’arancia essiccata, rosmarino sminuzzato, pepe e un goccio d’olio evo preparato da mio santolo con le sue olive a circa 500 metri da casa mia. Che bontà!

20180104_1738371473685560.jpg

 

***

Bianco formaggio=ballet blanc. Soffice morbidezza=Chopiniana. Sogno romantico in un atto unico, è il ballet blanc per eccellenza ed è un omaggio alle grandi danzatrici dell’Ottocento romantico che il coreografo, il grande Fokine dei Ballets Russes, volle tributare, nel 1909, con il nome di Les Sylphides. Il brano è diventato un’icona, il simbolo stesso della danza e delle ballerine-silfidi.

Vi regalo questa interpretazione con due dei miei preferiti di tutti i tempi, al Mariinsky: l’incredibile Altynai Asylmuratova e l’altrettanto strepitoso Konstantin Zaklinskij, coppia anche nella vita. Il waltzer poi è danzato da un’altra danzatrice originale e spumeggiante, a cui mi è sempre piaciuto ispirarmi, nel mio piccolo, Yelena Pankova, che ebbi la fortuna di vedere in Coppelia, nel 1991, all’allora London Festival Ballet, durante la mia prima vacanza-studio danzereccia a Londra.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...