Vellutata deliziosa di zucca, porro e zafferano

20171119_193603932500151.jpgQuando la faccio, ne faccio un ettolitro, perché è troppo, troppo, troppo buona.

E questo freddone diventa un’ottima scusa per prepararla in men che non si dica!

Per 4 scodellone/piatti:

  • 1 porro
  • 500/600 g di zucca a cubetti, quella che preferite (pesatela dopo tagliata)
  • 400 g di fagioli cannellini lessi (vanno benissimo quelli bio in lattina, basta sciacquarli bene bene, oppure quelli secchi da lessare in precedenza)
  • sale, pepe, 1 bustina di zafferano, olio extravergine d’oliva
  • salsa di soia e sesamo nero opzionali, per decorare

Se usate i fagioli secchi, metteteli a bagno per le ore indicate e quindi fateli bollire per il tempo e secondo le istruzioni indicate sulla confezione. Se sono quelli in lattina, come detto basta sciacquarli.

Pulite bene la vostra zucca (io ho usato una butternut) e tagliatela a cubotti, pesateli (non serve affatto la precisione millimetrica), tagliate a rondelline sottili il porro (tagliate sottili anche le foglie verdi). Scaldate un po’ d’olio in una pentola e quando è caldo versateci dentro il porro e fatelo rosolare 1 minuto. Quindi versateci dentro anche la zucca e rosolate tutto insieme per qualche istante. Poi coprite tutto di acqua fredda, 1 dito oltre il livello della verdura. Portate a ebollizione e quando bolle abbassate la fiamma, in modo da lasciar sobbollire per una ventina di minuti, finché le verdure saranno belle tenere.

Quindi aggiungete i fagioli lessi e fate andare ancora qualche minuto.

Scaldate un pentolino con un po’ d’acqua e tenetela a fuoco basso: vi potrebbe servire per allungare una vellutata troppo cremosa.

Quando è tutto tenero, togliete la pentola dal fuoco e frullate con un frullatore a immersione, aggiungendo un paio di cucchiai d’olio, quindi salate e pepate. Aggiungete anche lo zafferano e mescolate tutto perfettamente. Allungate con la vostra acqua bollente, poco alla volta, rifrullando, se vi accorgete che la crema è troppo densa per i vostri gusti. Aggiustate di sale e pepe se necessario, impiattate e decorate, se volete con un goccio di salsa di soya e grani di sesamo nero.

20171119_193611726223683.jpg

***

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...