Crostata salata integrale con marmellata di carote e peperoni di Carmagnola

crostata salata carote peperoni carmagnola cencecicin 03

…Che avevo una tonnellata di carote l’ho già detto, vero? Ecco. Ora ho anche una tonnellata di peperoni! Sarà l’ultima, immagino, vista la stagione, ma finché ce n’è di naturali e che ti vengono portati in regalo da un viaggio di lavoro a Carmagnola (gli stupefacenti braghèis) dalla tua dolce metà… beh, cuoricini per tutti!

Vista la sovrabbondanza, ho pensato di utilizzarli a valanga in una ricettina davvero sfiziosa: una crostata salata semplice e integrale, senza burro, uova, formaggi ma ricchissima di sapore e profumi orientaleggianti.

Per la pasta frolla salata della crostata ho usato questa utile e semplice ricetta, rivista così:

  • 150 g di farina integrale
  • 150 g farina tipo 2
  • 80 ml di olio extravergine d’oliva
  • circa 100 ml di acqua fredda
  • 1 cucchiaino di sale
  • 1 cucchiaino di bicarbonato
  • 2 cucchiai di aceto di mele bio

Per la “marmellata” ho usato:

  • 3 carote medie
  • 2 peperoni rossi di Carmagnola
  • zenzero fresco, un cubetto di circa 2-3 cm di lato
  • curry
  • 3-4 cucchiai di salsa di soia (a vostro gusto)
  • origano
  • timo
  • 1 cucchiaino di agar agar sciolto in mezzo bicchierino d’acqua calda
  • sale, pepe, olio evo qb

crostata salata carote peperoni carmagnola cencecicin 02

Preparate la base di pasta frolla salata miscelando in una terrina le farine, aggiungendo sale e olio. Mescolate e quindi aggiungete bicarbonato e aceto (farà la sua reazione spumeggiante) e mescolate ancora, quindi aggiungete l’acqua poco alla volta e cominciate a impastare (io l’ho fatto a mano, ma potete tranquillamente usare una planetaria con gancio). Fate assorbire l’acqua finché otterrete una bella pasta morbida e omogenea, quindi formate una palla e fatela riposare in frigorifero per mezz’ora (il tempo di preparare la farcitura), se volete avvolta in un foglio di carta trasparente.

Intanto cucinate la marmellata. Nel vostro tritatutto disponete, a pezzettoni, le carote ben strofinate e lavate e i peperoni lavati e privati del picciolo e dei semi. Frullate bene tutto, finché le verdure sono sminuzzate. Quindi scaldate un po’ di olio evo in una padella da sugo e fate una sorta di soffrittino leggero grattugiando lo zenzero quando l’olio sarà caldo. Tuffate quindi il vostro trito di carote e peperoni e cuocete per una 10-12 minuti, finché le verdure cominceranno ad ammorbidirsi. Conditele con curry, origano, pepe e timo e con un pizzico di sale. Alla fine, sfumate con la salsa di soia: andateci piano, nel senso che è meglio assaggiare, che non risulti troppo salato tutto quanto, quindi procedete un cucchiaio alla volta. A questo punto non vi resta che sciogliere l’agar agar in mezzo bicchiere d’acqua bollente: aggiungetelo alle verdure in padella, date una mescolata per un paio di minuti e infine spegnete il fuoco.

Accendete ora il forno a 180°

crostata salata carote peperoni carmagnola cencecicin 04

Estraete dal frigo la pasta frolla e stendetela sul piano di lavoro leggermente infarinato o su della carta forno in un disco ampio, non troppo sottile (1 cm almeno). Oliate e sfarinate una tortiera da crostate (io ho usato quella in silicone, ma vanno anche meglio quelle classiche di ceramica) oppure incrociate due fasce di carta forno bagnate e strizzate bene, lasciando che debordino abbondantemente: vi aiuteranno a estrarre la crostata e ad appoggiarla sul piatto senza traumi, quando dovrete servirla.

A questo punto adagiate la pasta frolla nella tortiera e premetela bene sui bordi, tagliando con forbici o coltello tutta la parte che deborda. Punzecchiate tutta la base con i rebbi di una forchetta e quindi farcitela con la vostra marmellata di carote e peperoni. Con la pasta frolla che vi è avanzata formate delle strisce o delle formine: io ho optato per dei cuoricini e delle striscioline senza pretese, ma potete sbizzarrirvi. Basta avere un cicinin più di mano di me – che è praticamente scontato, ve l’assicuro – e farete meraviglie! 😉

A questo punto, una volta finite le decorazioni, è finalmente ora di infornare: segnate 25 minuti e controllate alla fine (forse ve ne serviranno altri 5). Quando la superficie della frolla comincerà a imbrunire, la vostra crostata sarà pronta.
Toglietela dalla tortiera solo se volete e solo quando si sarà raffreddata, quindi riscaldatela anche a fette sul momento.

Si conserva benissimo per un buon paio di giorni sotto una campana. Ma la finirete prima! 🙂

wp-1508315835658..jpg

***

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...