Cremina tiepida di lenticchie e peperoni al basilico

È caldo, caldo, caldo, lo sappiamo tutti. Ma non si può mica rinunciare a qualche salutare golosità in padella, no? Tanto più che questa cremina può essere servita e pappata tiepida, così siamo tutti contenti.

Inoltre è:

  • senza glutine
  • senza latticini
  • senza farinacei
  • piena di proteine e vitamine

Per 4 persone (ma vi avanza anche da stivare in freezer) vi servono:

  • circa 250 g di lenticchie lessate
  • circa 250 g di cannellini lessati
  • 2-3 peperoni grandi gialli e rossi
  • sale, pepe, olio evo
  • zenzero, curcuma, curry, timo
  • una manciata di basilico fresco tritato più qualche foglia intera per decorare i piatti
  • cipolla (opzionale)

Se non avete preso i legumi già lessateli, fatelo immediatamente! 🙂 Lessateli secondo le indicazioni della confezione. Se invece avete preso come me quelli bio in vaso, basta che li sciacquiate bene e li scoliate.

Lavate bene anche i peperoni, tagliateli a striscioline e poi a cubetti.

Scaldate un po’ d’olio sulla base di una padella capiente e, se volete, aggiungete in questa fase la cipolla tritata e fatela rosolare qualche istante. Quindi versateci sopra i legumi e i peperoni e fate andare uno-due minuti, così si insaporiscono bene. Quindi aggiungete acqua finché non ricoprite tutto: basta un dito sopra il volume di verdure. Se ne mettete di più sapete già che verrà più liquida.

Lasciate andare per almeno 15 minuti a fuoco medio-basso, nel frattempo sminuzzate il basilico e aggiungetelo alla minestra.

Spegnete il fuoco.

crema tiepida di lenticchie e peperoni cencecicin 04A questo punto aggiungete tutte le spezie, il sale, il pepe e un giro di olio evo. Frullate tutto con il frullatore a immersione, finché avrete ottenuto una crema spumosa.

Assaggiate e regolate di sale e pepe o altre spezie a vostro piacere. Servite nelle scodelle con una fogliolina di basilico di bellezza.

crema tiepida cencecicin 05

***

Con questi profumi un po’ esotici, torno in “oriente”, in Armenia, anche con il balletto: vi propongo una bella Gayane d’annata, qui, in questo video prezioso, con la conduzione dello stesso Aram Khachaturian, autore delle musiche, e danzatori del Bolshoi.

È un balletto pressoché sconosciuto “all’Ovest”, uno dei più tipici ballettoni sovietici. A me piace moltissimo per i suoi toni musicali vivaci e barocchi, quasi ipnotici, per la componente folklorica esuberante della danza e quel tintinnio irresistibile della testa. È ancora oggi ripreso e danzato, sia negli spettacoli di diploma delle maggiori accademie di balletto russo, sia dalle compagnie di “grande madre Russia”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...