Spaghetti raw di zucchine con hummus al basilico

affetta-verdurePer fare questi spaghetti crudisti (e anti-calura) non ci vuole un genio: vi basta il giusto argagn, come si dice in Friulandia. Vi basta, cioè, questo attrezzo con lame affetta-verdure, che vi permette di “srotolare” le vostre zucchine in lunghi spaghettoni. Poi bisogna saperli condire con un sughetto come si deve, certo. Ed ecco che arriva cencecicin con una piccola e semplice idea: un hummus a base di zucchine, tahina, zenzero e basilico fresco. E pur stando leggeri vi sazierete in modo salutare e golosissimo.

Questo sapido piattone è peraltro:

  • gluten free /senza glutine
  • grain free /senza farine-cereali
  • dairy free / senza latticini
  • raw/crudista
  • vegan /vegana

Vi basta, sì? 😉

Per 2 persone:

  • 3-4 zucchine medie (ma controllate voi la quantità man mano che le tagliate)

per il sugo

  • i cilindretti che avanzano dalle zucchine spaghettate
  • altre 2 succhine tagliate a cubotti
  • 1 cucchiaio di salsa di sesamo tahina
  • un cubotto di zezero fresco
  • un pugno di foglie di basilico
  • una spolverata di curcuma, sale e pepe
  • olio evo 1 cucchiaio

Per decorare: una mandorla o una noce o degli anacardi e una spolverata di sesamo

Argagns che vi servono:

  • l’affetta verdure di cui sopra
  • un tritatutto per il sugo

Procedete così: lavate le zucchine e tagliate le due estremità. Infilate la zucchina nell’affetta verdure e ruotate il mulinello creando i vostri spaghettoni, che andrete a riporre delicatamente in una terrina.

 

 

Per il sugo, tagliate a cubotti le zucchine e i cilindretti che vi sono avanzati dagli spaghetti, un cubetto di zenzero, la tahina, il basilico, la curcuma il sale e il pepe. Azionate il tritatutto per una ventina di secondi, versando a filo l’olio. Tritate finché avrete ottenuto una salsa cremosa.

pasta zucchine hummus basilico cencecicin.com 03Versatene tre quarti sugli spaghetti, amalgamate delicatamente e poi impiattate (aiutandovi con un forchettone a 2 rebbi o una forchetta per arrotolarne la singola porzione e appoggiarla sul piatto). Decorate aggiungendo un cucchiaio di salsa in cima agli spaghetti e con qualche noce e/o con una spolverata di semini di sesamo.

pasta zucchine hummus basilico cencecicin.com 05

***

Questo piatto frizzantino ve lo abbino con un estratto ballato altrettanto frizzante, ossia La Notte di Valpurga dal Faust di Gounod, nella celebre coreografia di Lavrovsky di cui resta memorabile la versione interpretata da Maya Plisetskaya (la prima fu danzata, se non erro, dalla star sovietica Olga Lepeshinskaya). Dopo di lei, un’altra versione memorabile, che ho guardato e riguardato, tanto la trovo straordinaria: quella di una delle più grandi ballerine del Novecento (e di sempre), scuola rigorosamente Bolshoi: Ekaterina Maximova. Guardate quanto è gioiosa, perfetta (e siamo nel 1974), compatta e velocissima nei giri e splendidamente spericolata nelle prese acrobatiche e nei lanci, ancora spontanea ed esagerata nell’interpretazione, come le grandi danzatrici-attrici di un tempo. Ecco una ballerina incredibile. Ecco una donna straordinaria e affascinante.

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...