Mille verdure al profumo di miele e basilico

milleverdure cencecicin.com 03Se pensate che mangiare solo verdure sia triste, significa quanto meno che non avete mai provato questo piatto. Che può essere un contorno bello nutriente o un piatto unico. Che può altrimenti accompagnare un riso venere o un couscous o un grano saraceno, per esempio. Che può pure diventare, se non finito, il sugo di una pasta integrale (come è successo a me il giorno dopo, avendone cucinato una tonnellata la sera per cena).

  • 3 melanzane medie
  • 2 zucchine verdi e 2 zucchine gialle (sennò tutte verdi al va ben istès!)
  • 3 piccoli peperoni
  • una quindicina di pomodori datterini
  • varie spezie: curry, curcuma, zenzero, timo, menta, peperoncino, paprika, basilico fresco, origano, sale, pepe, olio evo, da distribuire variamente “quando ve lo dirò io”
  • miele (io ne ho scelto uno d’acacia che fanno vicino a casa)
  • olive taggiasche denocciolate, un paio di cucchiai
  • sesamo nero per abbellire

Le verdure vano cotte separatamente, perciò io ho lavorato con due padelle sul fuoco in contemporanea, per fare più in fretta.

Tutte le verdure vanno lavate e tagliate a dadini di dimensioni regolari.

milleverdure cencecicin.com 07Melanzane: fate scaldare l’olio e quando è caldo tuffate i cubetti di melanzana, facendoli saltare e rosolare per bene a fuoco vivace per i primi minuti – per poi abbassarlo successivamente. Spezie: una spruzzata di curry, menta, basilico triturato, timo, sale. Quando sono tenere e belle dorate, mettetele da parte in una terrina.

milleverdure cencecicin.com 06

Peperoni: tuffateli in padella sempre dopo aver scaldato l’olio e insaporiteli con paprika, curcuma, timo, pepe e sale. Quando sono cotti trasferiteli nella terrina assieme alle melanzane.

avena tricolore cencecicin.com 01

Zucchine: padella con olio caldo e via, fate saltare i cubetti assieme a zenzero, curcuma, menta, timo, peperoncino, basilico triturato, sale. Quando sono dorate, versate nella padella tutte la altre verdure e spegnete il fuoco.

Infine cuocete i pomodori: io li ho lasciati interi per farli schiacciati, in modo simile a quelli “scattarisciati” alla pugliese. Scaldate bene l’olio in padella e tuffateci i pomodori interi a fuoco alto. Coprite con il coperchio e lasciate che scoppiettino per alcuni minuti, finché si rompe la buccia. Quindi aprite il coperchio e insaporite con un cucchiaio abbondante di miele. Mescolate e saltate e ricoprite ancora qualche minuto. Quindi riaprite il coperchio e aggiungete le olive (o intere o tagliate a pezzetti). Spolverate con un po’ di origano e abbassate il fuoco, cominciando a schiacciare i pomodori con il dorso della forchetta, facendo fuoriuscire l’acqua. Lasciateli andare a fuoco medio finché l’acqua non si asciuga e i vostri pomodori avranno formato un sughetto cremoso.

A questo punto potete riscaldare le altre verdure. Quando sono calde impiattatele anche usando un coppapasta che avrete prima passato sotto l’acqua corrente: imbottitelo compattando bene le verdure e poi estraetelo con delicatezza. Attorniate le verdure con i vostri pomodori, che potete abbellire con del sesamo nero e del basilico tritato. Sopra le verdure ho appoggiato due rametti di basilico greco che cresce vigorosamente sul mio balcone, ma va benissimo anche del basilico normale.

Che tristezza mangiare solo verdure, no??? 😉

milleverdure cencecicin.com 01

***

Che ne dite se vi abbino il pas de deux dei contadini di Giselle, visto il piatto ortolano? Eccovi serviti, con un Roberto Bolle giovinetto, nel 1996, assieme a Beatrice Carbone, ovviamente alla Scala. In questa edizione, la magnifica Alessandra Ferri interpretava Giselle, uno dei ruoli che più e meglio hanno costellato di successi la sua carriera.

Proprio con Bolle, qualche anno dopo, la Ferri avrebbe dato il suo addio alle scene. Poi rivelatosi solo un arrivederci, visto che recentemente, a 50 anni, ha deciso di tornare sul palco rinnovando una seconda, inattesa e sorprendente carriera.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...