Sempliccine di soia alle verdure croccanti

Sempli-ccine edamame 01Sono fettuccine semplicissime, quindi sempliccine. Ma alla soia.

Che gusto c’è se non si cambia e non si prova un po’?

Io ho provato queste tagliatelle, 100% edamame, per la prima volta. Le ho trovate al Carrefour. Ero un po’ scettica perché non sono proprio un’appassionata di soia, ma appunto si assaggia.

Vi dirò… «Ben, buinis, pò» (that’s furlàn, guys).

Sempli-ccine edamame 02.PNGTengono molto bene la cottura, non hanno particolari sapori se non un lieve sentore orientaleggiante piuttosto sfizioso, non si spezzano troppo e sono solo un po’ più asciutte della pasta normale. Per questo è meglio, secondo me, abbinarle a un condimento che sia anche un po’ cremoso, così si mescolano e amalgamano al meglio.

Per 3 persone 

  • fettuccine di soia (confezione da 200 g)
  • 4 zucchine
  • basilico, menta (circa 5-6 foglie di menta e 4-5 di basilico)
  • 1 peperone
  • curcuma, pepe, olio evo, sale

Cominciamo con il sugo. tagliate a cubettini il peperone e fateli saltare in padella con un po’ di olio e sale. Tagliate 2 delle 4 zucchine a cubettini e aggiungetele ai peperoni in padella. Fate saltare per una decina di minuti aggiungendo curcuma. pepe e regolando di sale.

Lavate bene e tagliate a cubotti grossolani le 2 zucchine rimaste e versatele nel tritatutto. Aggiungete olio, sale, pepe, basilico e mentafrullate tutto finché ottenete una crema profumata. Regolate di sale e pepe.

Cuocete le fettuccine come normale pasta, mettendo a bollire acqua e sale grosso e tuffando le fettuccine per il tempo indicato. Assaggiate sempre per verificare che siano arrivate alla cottura da voi preferita.

Scolatele e fatele saltare nel sughetto di verdure in padella.

A questo punto potete scegliere se unire direttamente in padella la crema di zucchine e mescolare subito oppure se metterla direttamente nel piatto sopra o sotto le fettuccine. Per comporle con un po’ di grazia, vi consiglio di arrotolarne un “gomitolo” con il forchettone da arrosto e adagiarlo sul piatto di portata.

Sentirete che buone: e con così poco, ma così bene, farete una fantastica figura!

***

A proposito di Bella figura… non vi viene in mente il magico fluido di Jiri Kylian, uno dei coreografi di fine Novecento e contemporanei più geniali che l’Europa possa vantare? Eccovi questo estratto, in cui c’è una sintesi di tutto il bello del danzare. E del danzare Kylian, nella sua fluidità da fondali marini, nella sua leggerezza da volo in cieli sgombri di nubi, nella sua concretezza terrestre e corporea. Ah, Kylian…<3

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...