Ghiacciolo cremoso fragole, anacardi e cocco

Avete visto che ha smesso di piovere? Avete sentito che bel caldino è uscito? E vi va un ghiacciolo gelatoso? E non è meglio se ve lo fate da voi, tutto naturale e slurposissimo?

Allora basta con le domande e mettetevi all’opera!

Mi sono moooolto ispirata a questa bellissima ricetta, ma l’ho un po’ personalizzata

Vi avviso subito che vi usciranno moltissimi ghiaccioli, con queste dosi. Ma potete anche farvi un semifreddo con gli ingredienti che vi avanzano.

Per almeno 8 stampini da ghiacciolo:

  • 150 g di anacardi
  • una lattina di latte di cocco
  • sciroppo d’acero qb
  • acqua: mezzo bicchierino
  • 2 baccelli di vaniglia (o 2 cucchiaini, uno per gli anacardi e uno per le fragole)
  • 2 tazzone di fragole
  • 1 mela
  • 2 cucchiai di succo di limone e una grattugiata di buccia
  • sciroppo d’acero qb

Mettete a mollo gli anacardi in acqua fredda per una notte oppure, se siete di fretta, in acqua bollente per almeno 2 ore. Quindi scolateli e metteteli nel mixer. Frullateli con mezzo bicchiere d’acqua, un pizzico di sale e il contenuto di un baccello di vaniglia. Quindi aggiungete 2/3 del vostro latte di cocco, privilegiando la parte più cremosa e pure un po’ di sciroppo d’acero finché lo trovate sufficientemente dolce. Frullate fino a ottenere la consistenza di una crema densa (anche se vi restano piccoli pezzettini di anacardo sono buonissimi).

Mettete la crema in un contenitore con il beccuccio per poi poterlo versare negli stampini da ghiacciolo. Ma NON ADESSO. DOPO. Continuate a leggere, eh? 🙂

ghiacciolo fragole e cocco cencecicin.com 04

Quindi lavate le fragole e la mela, tagliatela a pezzetti e frullate anche loro per bene con il contenuto dell’altro baccello di vaniglia, aggiungendo un po’ di sciroppo d’acero, sempre a piacere, il succo di limone e la scorza grattugiata (ne basta metà).

Mettendo anche la mela, vi basterà pochissimo sciroppo d’acero, così potete mantenere quasi solamente gli zuccheri naturali della frutta.

Ora versate negli stampini dapprima il frullato di frutta e poi la crema di anacardi e cocco, facendo attenzione a non scuoterli troppo se non volete che le due parti si mischino eccessivamente. Potete però anche mescolare leggermente per dargli un effetto melange oppure mescolare del tutto per fare dei ghiaccio-gelati rosa chiaro.

Mettete ora in freezer belli dritti per almeno 4 ore.

Quando li togliete dal freezer per servirli potrebbe essere utile passare gli stampini ghiacciati sotto l’acqua caldissima per qualche secondo: vedrete che il ghiacciolo si staccherà molto più facilmente.

Ma quanto belli e buoni sono? Eh?

ghiacciolo fragole e cocco cencecicin.com 03

***

Dopo la pioggia è proprio un richiamo chiarissimo. Eccovi uno dei miei pas de deux contemporanei preferiti, di uno dei miei coregrafi classico-contemporanei preferiti, ossia Christopher Weeldon. Questo è After the rain e non voglio aggiungere nient’altro a questa visione. Ho scelto proprio questa messa in scena, sul mare, perché è proprio lì che va ballata questa meraviglia, quando smette di piovere.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...