Crema spinacina di primavera

La zuppa cremosa più facile del mondo. Per questo fila dritta nella categoria dei Cence Nuje, i Senza Niente, ossia le mie ricette espressive a frigo semi-vuoto. Dunque: è buonissima, è verde come San Patrizio che saluta la primavera, è saporita e nutriente, ma è anche ottima per  cominciare la settimana senza esagerare. Tipo stasera, che è lunedì e non si ha tempo né voglia di stare troppo ai fornelli – parlo per me, soprattutto.

Preparatene a profusione, poi potete stivarla in freezer: si conserva senza problemi e poi ve la scongelate quando vi va.

Cominciamo:

  • 3 patate medie
  • 250 g di fagioli cannellini (quelli bianchi e magari bio, già lessati senza aggiunta di schifezze)
  • una terrinetta di spinacini freschi
  • sale, pepe, prezzemolo, olio, curcuma

Io faccio così: prima sbuccio le patate, le lavo bene e le taglio a cubotti, che metto in pentolaricopro d’acqua – ma senza eccedere: 1 litro, almeno, purché copra bene le patate. Considerate che poi non la scolate, quindi l’acqua vi dà la misura della zuppa che otterrete: più o meno cremosa a seconda di quanta acqua c’è. Pertanto vi consiglio di essere parchi e non esagerare con l’acqua, ché poi ad allungare la minestra, come si sa, si è sempre in tempo.

Bollite le patate per 15 minuti o poco più, finché sono tenere. Gli ultimi 5 minuti aggiungeteci i cannellini e gli spinaci e finite di cuocere.

Levate dal fuoco e aggiungeteci un filo d’olio e frullate rapidamente con il mixer:  vedrete formarsi una cremina verde e morbidissima.

Zuppa spinacina cencecicin.com

Uniteci sale, pepe, curcuma, prezzemolo e mescolate per bene. Per servirla, potete pensare a delle scodelle colorate e ad abbellirla con qualche cracker da inzuppare. Magari preparato da voi con questa ricetta cencecicin originale. 😉

Buona primavera, cencecicins!

***

Primavera? Esageriamo: qui vi lascio la carrellata di tutte le stagioni! Quante versioni danzate e musicali ne conoscete? Alcune, sì. Ma questa è una chicca. Firmata Jerome Robbins e danzata dall’Opera di Parigi. Perché accontentarsi della sola primavera, siete d’accordo?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...